Rete per la resistenza alimentare e la vendita diretta  


Tutte le Organizzazioni preposte a monitorare lo stato di salute della Terra ci dicono che la situazione è drammatica e che è necessario ed urgente cambiare i modelli di produzione agricola e alimentare adottando una Alimentazione ecologica fondata sull'agroecologia. Sulla base del Manifesto Food for Health è nata Retecontadina che adotta questi tre principi di azione e unione

Scegliere la resistenza alimentare. Ognuno di noi può dire no all'alimentazione industriale fondata su pesticidi, sfruttamento di uomini e animali, cibi ultraprocessati e imballaggi di plastica. Dobbiamo cambiare il nostro "stile di vita". Scegliere il cibo biologico, stagionale e locale. Adottare un'alimentazione quotidiana basata su cereali integrali, legumi, verdure e frutta, compresa la frutta oleaginosa (noci, nocciole, mandorle, pistacchi). Eliminare le bevande zuccherate e i cibi processati. Limitare le carni rosse e i cibi industriali ricchi di zucchero e grassi, le bevande alcoliche e il sale. Ridurre al massimo ogni cibo confezionato nella plastica. Non sprecare il cibo quando un terzo del cibo prodotto sul pianeta non arriva neanche alle tavole.


Produrre cibo senza Pesticidi di sintesi e ogm. Ogni azienda agricola può avviare subito la transizione verso un'agricoltura senza pesticidi di sintesi e OGM. I pesticidi, nel lungo periodo, danneggiano l’agricoltura stessa indebolendo l'agro-ecosistema, compromettendo la produttività del terreno e la qualità del raccolto, distruggendo la biodiversità animale e vegetale. Provocano inquinamento dell'aria, dei terreni e delle falde acquifere, compromettendo la sopravvivenza di numerose specie animali (come ad esempio gli insetti pronubi, lombrichi e uccelli). E' sempre più urgente la necessità di  praticare una agricoltura che miri alla fertilità organica del terreno per mezzo di pratiche agronomiche biologiche, conservative o rigeneratrici,  di conservare, coltivare e rinnovare varietà di semi tradizionali in grado di preservare la biodiversità  nella prospettiva di superare le monocolture.


 

Comprare direttamente dai produttori e dalle rivendite locali. La vendita diretta è fondamentale per la difesa del reddito dei produttori agricoli. Tutti i produttori di Retecontadina offrono un servizio di VENDITA DIRETTA che può essere organizzata con uno spaccio aziendale, con un banco al mercato contadino,  con la consegna a domicilio nel vicinato o con la spedizione. Vedi Come comprare Sosteniamo anche le rivendite locali che forniscono un servizio di supporto commerciale ai produttori del territorio.


Sostenere le piccole aziende contadine. Le piccole aziende locali che producono cibo stagionale, biologico e sano rappresentano il futuro dell'alimentazione e sono la base per la resistenza alimentare. Purtroppo però sono proprio le piccole aziende a subire maggiormente gli effetti devastanti dei processi di accentramento dei capitali e delle terre- Il pesce grande mangia il pesce piccolo. Dal 2010 al 2020, in Italia quasi 500.000 piccole aziende, pari al 30% del totale, sono scomparse. Le piccole aziende e i giovani produttori devono essere sostenuti da politiche pubbliche che oggi sono rivolte principalemnte alle aziende industriali basate sulle monocolture. Anche i Cittadini possono sostenere direttamente le piccole aziende attraverso l'azione delle CSA ( Comunità di Supporto all'Agricoltura)

 


Sviluppare la produzione alimentare locale. Sosteniamo l'alleanza tra Aziende, Produttori, Cittadini, Famiglie, Gas, Mense e Ristoratori per difendere e sviluppare la produzione alimentare biologica locale, vero fondamento della Sovranità alimentare. Riteniamo necessario un nuovo modello di pianificazione delle produzioni sulla base dei consumi e sul reciproco impegno tra produttori e consumatori, per evitare gli sprechi di cibo, di energia e di acqua, per ridurre dannosi impatti sull’ambiente. E' urgente de-globalizzare la produzione alimentare per mettere un freno alla attuale competizione planetaria, suicida per tutti e disastrosa per gli ecosistemi e i territori.



(Prima assemblea. Febbraio 2020. Vittorio Veneto TV )

RETECONTADINA: ORIGINE E FONDAZIONE
Il percorso di formazione di Retecontadina fonda  le sue origini nelle giornate del Terra Madre Day organizzate a partire dal 2010 a Vittorio Veneto poi diventate il Terra Madre Day di Marcia Stop Pesticidi nel 2018, organizzato a Pieve di Soligo (TV). Nel febbraio 2020, anno del lockdown, il Comitato Marcia Stop Pesticidi di Treviso e Belluno,  le associazioni e i GAS aderenti,  hanno avviato la piattaforma per lo sviluppo delle connessioni e dello scambio commerciale diretto

Retecontadina è una comunità formata da aziende, produttori, gruppi di acquisto, associazioni e rivendite, che promuovono la resistenza alimentare come primo passo per una alimentazione ecologica, che lavorano per sviluppare la produzione alimentare locale, che difendono l'Autonomia Alimentare e sostengono la necessità della transizione all'agroecologia